Affrontare in modo vincente il cambio di stagione

Dopo alcune settimane di tempo ancora incerto, finalmente sembra che la primavera sia arrivata, l’aria profuma di fiori, il sole mette il buonumore e tutti i sensi si risvegliano. Peccato che per molte di noi a tutte queste meravigliose sensazioni si associa una spossatezza incontrollabile. Tra i sintomi più comuni ci sono: irritabilità, stanchezza, insonnia, difficoltà di concentrazione.

È una vera e propria sindrome che possiede un nome scientifico: SAD (Seasonal Affective Disorder), e colpisce prevalentemente le donne. Le cause di questo malessere generale sembrano essere associate a squilibri ormonali, e in particolare a un mutamento nel ciclo della melatonina, che regola i ritmi sonno-veglia. L’allungamento delle ore di luce porta l’organismo a diminuire la produzione di melatonina, inducendo i sintomi appena descritti.

Ma non abbattiamoci. Affrontiamo con serenità il cambio di stagione sapendo che ci sono degli accorgimenti per godere al meglio di questo periodo. Ecco alcuni consigli per non farci trovare impreparate.

—> Curiamo con particolare attenzione l’alimentazione. Sappiamo che mangiare bene è importante durante tutto l’anno, ma qualche riguardo in più durante il cambio di stagione può essere di grande aiuto per patire meno i sintomi negativi. Una dieta equilibrata (cioè proporzionata al proprio fabbisogno calorico), varia e leggera permetterà al nostro corpo di ritrovare con più facilità il benessere.

—> Pratichiamo dell’attività fisica. Anche chi non fa sport abitualmente, durante il cambio stagione dovrebbe dedicarsi a qualche attività motoria. Può bastare un’attività leggera, come una semplice camminata, perché è dimostrato che il movimento stimola le endorfine, gli ormoni del buonumore, aiuta a ridurre i problemi di insonnia e inoltre tonifica il corpo.

—> Creiamo una routine regolare. Andare a dormire e svegliarsi sempre alla stessa ora è un ottimo modo per soffrire meno il cambio di stagione, perché ci rende meno inclini all’insonnia e alla stanchezza.

—> Rimaniamo all’aria aperta. Stare all’aperto, alla luce, aiuta il cervello a produrre serotonina, ormone che stimola il buonumore.

—> Dedichiamo qualche momento al relax o allo svago. Trovare il tempo per fare qualcosa che ci piace e ci far star bene, aiuta a superare più agevolmente gli stati di irritabilità e ci rende più appagati e sereni.

Kaly