Dieta per restare giovani

Può sembrare strano parlare di dieta associandola a un’azione anti-età, eppure un rivoluzionario studio condotto dall’Università di Cambridge ha mostrato che un regime alimentare corretto risulta utile per prevenire un invecchiamento precoce della pelle, per rallentare l’invecchiamento funzionale ed estetico, ma anche per ridurre le rughe.

La nostra pelle è un veicolo attraverso cui l’organismo espelle le sostanze tossiche assunte con il cibo, quindi un’alimentazione sana eviterà un eccessivo accumulo di queste sostanze, e contribuirà al benessere di tutto il nostro organismo.

Ma vediamo più nel dettaglio quale sia il regime alimentare più adatto per ottenere un’azione anti-age.

Prima di tutto l’acqua. L’acqua è da considerarsi fonte di bellezza per il nostro corpo. Assumerla in modo insufficiente crea disidratazione, e rende la pelle più soggetta alle rughe. Almeno due litri d’acqua dunque, distribuiti nell’arco della giornata, forniranno alla pelle la giusta umidità, e aiuteranno a eliminare scorie e tossine attraverso i reni, contribuendo a un aspetto più sano della pelle.

Frutti rossi, fragole, mirtilli e patate rosse, grazie al contenuto di acido silicico aumentano tonicità ed elasticità del tessuto connettivo.

Prodotti integrali, spinaci e legumi sono ricchi di biotina, vitamina A e fibre. Le prime agiscono sulle cellule durante il processo metabolico favorendone la crescita, mentre le fibre facilitano la digestione, aiutando così l’eliminazione delle scorie e diminuendo le impurità cutanee. Non solo, aiutano anche il mantenimento della forma fisica donando un rapido senso di sazietà.

Vitamine A, B, C ed E sono potenti antiossidanti e hanno molteplici funzioni: aiutano a rinforzare le difese immunitarie, favoriscono la crescita cellulare, proteggono i vasi sanguigni, intervengono contro la degenerazione delle cellule. Quindi albicocche, carote, zucca, pesche, melone, banane, olio di fegato di pesce per fare il pieno di vitamina A; cereali integrali, pesce, uova, latte e ortaggi per la vitamina B; agrumi, kiwi, pomodori, verdure a foglia verde e cavoli per la vitamina C; germogli di soia e grano, olio di oliva, broccoli e cereali per assicurarsi la vitamina E.

Dall’India arriva un interessante studio: l’assunzione di curcuma, subito prima dell’esposizione ai raggi UV, impedisce alla pelle di subire lesioni, alterazioni o altri danni; quindi il consumo di curcumina impedisce significativamente il foto-invecchiamento della pelle.

Selenio, Cromo e Zinco sono altre sostanze che in una buona dieta anti-età non dovrebbero mancare; questi elementi mantengono l’elasticità del tessuto connettivo, hanno un’azione antiossidante e antipertensiva, promuovono la riparazione e la crescita cellulare e aiutano a nutrire il collagene.

Da oggi abbiamo un’arma in più per combattere i segni del tempo!

 

Kaly